Hotel Sorrento B&B, Visita Napoli, partendo da Sorrento Bed and Breakfast Mami Camilla
bed and breakfast Sorrento - hotel Sorrento B&B Sorrento, hotel a sorrento, pensione completa, bed&breakfast Sorrento, mangiare a sorrento

   Lo scenario
    L’Impresa e i suoi protagonisti
    Breve Storia
    Ubicazione
   Ospitalità
    Descrizione Camere e Servizi
    B Breakfast sorrento
    Cena
    Prenota Online
    Prenota con bonifico
   Dove siamo
    Scopri Sorrento
    Cosa fare a Sorrento
    Mappa Dettagliata
    Un giorno a Napoli
    Un giorno a Capri
    Un giorno a Procida
    Un giorno a Pompei
    Un giorno a Ercolano
    Offerte di Viaggi
    Pasqua a Sorrento
    Vacanza Pensione Completa
    Vacanza Mezza Pensione
    Festa della Donna Sorrento
    Estate a Sorrento
    San Valentino
    Pranzo di Pasqua
    Cenone di Capodanno
    Richiedi pacchetto vacanza
Top > Visita Napoli
Visita Napoli, partendo dal Mami Camilla


La più grande città della Campania, capoluogo di provincia e della regione, Napoli è la terza città più popolata in Italia (dopo Roma e Milano), con oltre un milione di abitanti, ed è il più importante centro industriale e porto commerciale del sud. Si trova a metà della costa Tirrenica, nel punto più interno del golfo di Napoli, tra il Vesuvio e i Campi Flegrei. Ha un clima mite con temperature medie di 16 C e la peculiarità che la contraddistingue è il suo cielo quasi sempre sereno.

Napoli ha il più grande porto italiano, con un notevole nesso di ferroviarie e autostrade e un grande aeroporto internazionale. Nella vasta area urbana si possono distinguere diversi quartieri: il centro storico, caratterizzato da edifici frequentati, è delimitato ad ovest dal nuovo quartiere amministrativo e ad est dal quartiere degli affari. Altri quartieri, con strette viuzze, sorgono attorno alle colline di San Martino e Capodimonte. Questi quartieri hanno conosciuto un intenso sviluppo, in genere di tipo più semplice, in contrasto con quella del quartiere residenziale che si estende comodamente lungo il Vomero e la collina di Posillipo.

Metropolis fin dall'antichità, Napoli è una città ricca di storia, di cultura, d'arte di ogni tempo, situata in un ambiente mitigato e naturale, quello del suo splendido Golfo dominato dal Vesuvio, con la sua imponente sagoma e il suo misterioso cratere; ricca di tesori archeologici tra i più famosi del mondo. Rinata nel VII e VI secolo come colonia greca, fu fiorente durante l'impero romano come porto e come meta di vacanze.
I quartieri della città vecchia mantengono quasi intatta la rete stradale greco-romana, e in epoche seguenti la città è stata arricchita di edifici medievali e palazzi Barocchi. In alto medioevo Napoli fu centro di un ducato dipendente da Bisanzio, nel 1139 è entrata a far parte del regno normanno. Nel 1266, con gli Angioini divenne capitale; dal 1441 con gli Aragonesi è iniziato a Napoli il periodo del Rinascimento.

Nel 1503 il regno di Napoli cadde nelle mani della Spagna per poi ritornare nel 1734 capitale con i Borboni fino alla breve parentesi napoleonica (1806-1815). Di notevole produzione artistica furono i secoli del periodo barocco (XVII - XVIII), il terreno più fertile dell’ arte napoletana che in architettura, in pittura e in musica raggiunse espressioni artistiche originali e vivaci. Napoli offre ai suoi visitatori diversi monumenti che rappresentano da sempre la materializzazione dell’arte che l’ha arricchita nei secoli. Nella sua imponente bellezza si erge il Maschio Angioino costruito nel XIII secolo. Non possiamo in questa sede non citare il famosissimo Castel dell’ Ovo, prigione risalente al XII sec., la Catacombe di S. Gennaro, del II secolo, decorata da pitture paleocristiane. La Certosa di S. Martino,, risalente al XIV secolo, è l'espressione del barocco napoletano. La verde Villa Comunale, giardino pubblico del XVIII secolo che alberga lo zoo e l’ acquario.

Maschio Angioino,: Il castello, detto anche Nuovo per discernerlo da quelli già esistenti dell'Ovo e di Capuana, fu edificato verso la fine del Duecento (1279) al tempo della dominazione angioina. Un secolo e mezzo più tardi venne ricostruito quasi interamente dagli Aragonesi che, nel frattempo, si erano sostituiti agli Angioini nel Regno di Napoli. La nuova costruzione è una singolare testimonianza del passaggio dallo stile gotico medievale alla nuova cultura rinascimentale. Visita il Maschio Angioino dal nostro hotel Sorrento.

Castel dell’Ovo,: questo celebre monumento, dopo il Castel Capuano è il più antico della città di Napoli. Con la sua maestosità e grazie alla sua collocazione, si distingue in tutto il mitico Golfo che sembra abbracciarlo. Il suo nome è collegato ad una leggenda che narra la storia del poeta Virgilio che nascose nelle segrete dell’edificio un uovo in grado di mantenere in piedi l’intera fortezza. La rottura dell’uovo avrebbe provocato la distruzione del castello e una successione di incredibili sciagure alla città. Visita il Castel dell’Ovo dal nostro hotel Sorrento.

Catacombe di San Gennaro,: L'ingresso alle catacombe è situato attualmente nelle vicinanze della Chiesa dell'Incoronata a Capodimonte. Il fulcro delle catacombe si ingrandì attorno a un primo monumento funebre che arrivò a Napoli in secoli remoti, divenendo presto luogo di culto di Sant’Agrippino, considerato il primo patrono della città. Dopo la costruzione della tomba di Agrippino, furono traslate le spoglie di San Gennaro, dando il via, da quel momento, alla nascita del culto e della devozione per questo santo. Visita le Catacombe di San Gennaro dal nostro hotel Sorrento.

Certosa di San Martino: La Certosa di San Martino, è tra i più ragguardevoli complessi monumentali di Napoli; rappresenta, in assoluto, uno dei più riusciti esempi di architettura e arte barocca insieme alla Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro. Essa è situata sulla collina del Vomero. Dal 1866 la certosa è sede del Museo di San Martino. Visita La Certosa di San Martino dal nostro hotel Sorrento.

Villa Comunale: La Villa Comunale (ex Villa Reale) è uno dei parchi monumentali di Napoli. L’esteso giardino alberato è dimora di lecci, pini, palme, eucalipti e si allunga per oltre 1 km tra Piazza Vittoria e Piazza della Repubblica, costeggiato dalla Riviera di Chiaia e da Via Caracciolo. I primi lavori risalgono al 1697 ad opera del viceré Medinacoeli che fece piantare una doppia fila di alberi impreziosita da 13 fontane lungo la Riviera. Nel 1778-80 l’aerea fu tramutata in un vero e proprio giardino da Ferdinando IV di Borbone ad opera di Carlo Vanvitelli, figlio del più celebre Luigi. All’ingresso della villa si para davanti un percorso rettilineo costeggiato da due flessuosi viali, adorni di statue di epoca romana e rinascimentale. Il parco è abbellito da sculture neoclassiche, fontane e vari edifici di epoche diverse. Visita la Villa Comunale dal nostro hotel Sorrento.

clicca qui per prenotare Bed and Breakfast a sorrento .

Come raggiungere Napoli dal nostro hotel Sorrento .






























VIA COCUMELLA,4 - 80065
S.Agnello di Sorrento,Naples Italy
Tel+39 081 8770667
Fax+39 081 8774574
info@mamicamilla.com

      
Copyright © 2003 Mami Camilla. All Rights Reserved